AMICIZIA

Gelato

aLCUNE PREMESSE

Adolessenti
Noi abbiamo messo insieme un sussidio per accompagnare gruppi di adolessenti.
Noi = Pastorale Adolescenti e Giovani della diocesi di Concordia-Pordenone. Gli adolescenti sono il cuore delle nostre proposte educative parrocchiali e ci teniamo
molto al loro percorso. Per questo abbiamo pensato di darti alcune idee per guidare un gruppo parrocchiale tra i 14 e i 19 anni.

 

volete dirmi che non sono capace di guidare un gruppo adolescenti? Se vuoi lo usi e sennò lo butti ;) Il sussidio che hai fra le mani non è per adolescenti. Si tratta di uno strumento per “educatori”. Cioè coloro che si occupano della guida di gruppi ado. È solo un palinsesto, gli incontri dovranno essere poi aggiustati su misura del gruppo.
 

vabbè… e come lo uso? Funziona per moduli tematici divisi in tre livelli. In questo momento hai fra le mani una tematica di primo livello, colore “giallo”: l’#amicizia! È un tema semplice e da gestire e adatti ad ado più giovani (14-15 anni); potrebbe esserti utile per svolgere poi altre tematiche, per esempio #solitudine #gruppo o #affettività.
 

ho l’impressione che mi stiate incastrando! Ahahah no! La nostra è solo una proposta…
Ogni tema infatti contiene diversi materiali, per esempio nella tematica dell’#amicizia troverai una proposta di un film, un paio di video, un libro, un quadro con degli spunti, una poesia e una canzone, uno schema di preghiera con un piccolo gesto da fare insieme e una corposa attività. La scelta di usare o prendere spunto da questi hints sta a te! In fin dei conti si tratta del tuo gruppo e tu lo conosci meglio di noi.

 

ok. detto così sembra quasi utile… Vero? Tra l’altro, vista l’abbondanza di materiali, per esaurire il tema dell’#amicizia non ti basterà un incontro soltanto. Ti consigliamo di svolgere il tema dell’#amicizia in primavera, mentre si prepara l’estate in oratorio.


e tipo… se lo uso che mi date in cambio? Iniziamo a seguirti su IG e così potrai scriverci nel caso tu abbia bisogno di aiuto. Inoltre, nel sussidio troverai dei links per accedere ad un sacco di materiali online dal nostro sito.
 

mi avete convinto! Serio? Allora ti auguriamo buon lavoro! E come diceva Madre Teresa: “L'aiutare a riflettere sulla vita rientra nella missione della Chiesa, che gode nel vedere gli adolescenti sbocciare come fiori al sole, primizia del frutto abbondante che verrà”.

Gruppo di amici che vanno in gita

LAVAGNA

alcuni appunti sull'#AMICIZIA

“La vera #amicizia consiste nel poter rivelare all’altro la verità del cuore” (Papa Francesco)
L’amicizia è uno degli aspetti più importanti dell’esistenza umana in tutte le fasi della vita, ma è durante l’adolescenza che questa dimensione assume un’importanza tale da ricoprire il primo posto nella scala degli affetti. In questa fascia d’età, infatti, la famiglia viene vissuta come un luogo in cui non si viene compresi e i genitori sono delle figure a cui voler bene “per forza”. Gli amici rappresentano invece delle persone a cui voler bene per scelta e veder ricambiata la propria amicizia offre all’adolescenza la rassicurazione di essere degno di interesse.
Oltre a far sentire il ragazzo o la ragazza apprezzati, il gruppo di amici, contribuisce anche alla costruzione dell’identità dell’adolescente (che tipicamente avverte il bisogno di aprire chi è e di trovare il proprio posto nel mondo). La considerazione, l’autostima, la sicurezza,.. sono tutti elementi che vengono sviluppati grazie alle relazioni e al confronto con i coetanei e che contribuiscono a formare la personalità. Tuttavia, tali aspetti alimentano anche il bisogno di essere accettati nel gruppo, base del forte conformismo (di idee e ideali, del modo di vestire, dei luoghi frequentati, delle attività ricercate,…) che caratterizza questa fascia d’età e che consente di creare un’identità collettiva.
Il gruppo di amici diviene inoltre il modello a cui fare  riferimento e grazie al quale orientarsi nelle proprie scelte e nella definizione dei propri valori, aspetti che contribuiscono all’affermazione dell’indipendenza dalla famiglia di origine e portano il ragazzo a diventare un soggetto sempre più autonomo. Quindi l’amicizia rappresenta un’importante fattore di sviluppo per l’adolescente per tutti gli aspetti positivi che promuove, ma costituisce un elemento essenziale di formazione anche per le delusioni, le incomprensioni, le gelosie, i litigi che possono associarsi ad essa. Questi aspetti sono associati a momenti di difficoltà delle relazioni amicali o di rottura di questi rapporti che, seppur considerati negativi dall’adolescente, sono tappe fondamentali per il suo sviluppo che consentono di rafforzare il suo carattere e di sperimentare le dinamiche tipiche dell’età adulta (sia come modalità di conflitto, sia come possibilità di risoluzione dello stesso).

 

Alice,
Neuropsichiatra

BUSSOLA

per orientare il cuore

Sconsigliamo di svolgere questo momento di preghiera come lancio dell’attività. Prepariamolo in anticipo, specie per quanto riguarda la parte del gesto. Come al solito, è opportuno creare un ambiente favorevole: una candela, leggere il brano dalla Bibbia o da un Vangelo, disporsi in cerchio oppure orientarsi verso un crocifisso… oppure andare in Chiesa.

Gesù disse ai suoi discepoli: «Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io ho amato voi. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici. Voi siete miei amici, se fate ciò che io vi comando. Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamato amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l'ho fatto conoscere a voi.
Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri».

Brano biblico

dal Vangelo secondo Giovanni

Gv 15,12-17

Immagine1.png
adolescente

ZAINO

con il necessario per l'attività

Blogger ' s Desk

TABLET

con i contenuti multimediali

Bambini felici

taccuino

poetico e letterario

Amicizia
Non posso darti soluzioni per tutti i problemi della vita,
Non ho risposte per i tuoi dubbi o timori,
però posso ascoltarli e dividerli con te.
Non posso cambiare né il tuo passato né il tuo futuro,
però quando serve starò vicino a te.
Non posso evitarti di precipitare,
solamente posso offrirti la mia mano
perché ti sostenga e non cada.
La tua allegria, il tuo successo e il tuo trionfo non sono i miei,
però gioisco sinceramente quando ti vedo felice.
Non giudico le decisioni che prendi nella vita,
mi limito ad appoggiarti, a stimolarti e aiutarti se me lo chiedi.
Non posso tracciare limiti dentro i quali devi muoverti,
però posso offrirti lo spazio necessario per crescere.
Non posso evitare la tua sofferenza,
quando qualche pena ti tocca il cuore,
però posso piangere con te
e raccogliere i pezzi per rimetterlo a nuovo.
Non posso dirti né cosa sei né cosa devi essere,
solamente posso volerti come sei
ed essere tuo amico.
In questo giorno pensavo a qualcuno che mi fosse amico,
in quel momento sei apparso tu…
Non sei né sopra né sotto né in mezzo,
non sei né in testa né alla fine della lista.
Non sei né il numero uno
né il numero finale
e tanto meno ho la pretesa
di essere io il primo, il secondo o il terzo della tua lista.
Basta che tu mi voglia come amico.
Poi ho capito che siamo veramente amici.
Ho fatto quello che farebbe qualsiasi amico:
ho pregato e ho ringraziato Dio per te.
Grazie per essermi amico.

Jorge Luis Borges