SOCIAL

Design per smartphone

aLCUNE PREMESSE

Adolessenti
Noi abbiamo messo insieme un sussidio per accompagnare gruppi di adolessenti.
Noi = Pastorale Adolescenti e Giovani della diocesi di Concordia-Pordenone. Gli adolescenti sono il cuore delle nostre proposte educative parrocchiali e ci teniamo
molto al loro percorso. Per questo abbiamo pensato di darti alcune idee per guidare un gruppo parrocchiale tra i 14 e i 19 anni.

 

volete dirmi che non sono capace di guidare un gruppo adolescenti? Se vuoi lo usi e sennò lo butti ;) Il sussidio che hai fra le mani non è per adolescenti. Si tratta di uno strumento per “educatori”. Cioè coloro che si occupano della guida di gruppi ado. È solo un palinsesto, gli incontri dovranno essere poi aggiustati su misura del gruppo.
 

vabbè… e come lo uso? Funziona per moduli tematici divisi in tre livelli. In questo momento hai fra le mani una tematica di primo livello, colore “giallo”: i #social! È un tema semplice e da gestire e adatti ad ado più giovani (14-15 anni).

ho l’impressione che mi stiate incastrando! Ahahah no! La nostra è solo una proposta…

Ogni tema infatti contiene diversi materiali, per esempio nella tematica dei #social troverai delle proposte di film, un paio di video, un quadro con degli spunti, una canzone, uno schema di preghiera con un piccolo gesto da fare insieme e una corposa attività. La scelta di usare o prendere spunto da questi hints sta a te! In fin dei conti si tratta del tuo gruppo e tu lo conosci meglio di noi.

 

ok. detto così sembra quasi utile… Vero? Tra l’altro, vista l’abbondanza di materiali, per esaurire il tema del #social  non ti basterà un incontro soltanto. 


e tipo… se lo uso che mi date in cambio? Iniziamo a seguirti su IG e così potrai scriverci nel caso tu abbia bisogno di aiuto. 
 

mi avete convinto! Serio? Allora ti auguriamo buon lavoro! E come diceva Madre Teresa: “L'aiutare a riflettere sulla vita rientra nella missione della Chiesa, che gode nel vedere gli adolescenti sbocciare come fiori al sole, primizia del frutto abbondante che verrà”.

Fotografia di cibo

LAVAGNA
alcuni appunti sui #SOCIAL

Nonostante si abbia la tendenza a credere che i giovani siano degli esperti in ambito tecnologico, considerati ancora da molti come appartenenti alla categoria dei
nativi digitali, è fondamentale che vengano sostenuti nell’utilizzo di questi mezzi, al fine di maturare le competenze necessarie per usufruirne in modo mirato e
consapevole. È importante cercare di porsi allo stesso livello 
e cercare di accompagnare gli adolescenti alla scoperta di questo enorme mondo dei social, pieno di insidie ma anche di opportunità che possono essere sfruttate. I social devono essere uno strumento che sappiamo utilizzare nel modo adeguato e non in modo eccessivo fino ad influenzare la nostra vita e le nostre scelte.

Emanuele

Studente di Scienze della Formazione

BUSSOLA
per orientare il cuore

Consigliamo di svolgere questo momento di preghiera come lancio dell’attività.
Prepariamolo in anticipo, specie per quanto riguarda la parte del gesto e le parole che lo accompagneranno. Come al solito, è opportuno creare un ambiente favorevole: una candela, leggere il brano dalla Bibbia o da un Vangelo, disporsi in cerchio oppure orientarsi verso un crocifisso… oppure andare in Chiesa.

Bibbia

Condussero Gesù al luogo del Gòlgota, che significa «Luogo del
cranio», e gli davano vino mescolato con mirra, ma egli non ne
prese. Poi lo crocifissero e si divisero le sue vesti, tirando a sorte su
di esse ciò che ognuno avrebbe preso. Erano le nove del mattino
quando lo crocifissero. La scritta con il motivo della sua condanna
diceva: «Il re dei Giudei». Con lui crocifissero anche due ladroni,
uno a destra e uno alla sua sinistra. 
Quelli che passavano di là lo insultavano, scuotendo il capo e
dicendo: «Ehi, tu che distruggi il tempio e lo ricostruisci in tre giorni,
salva te stesso scendendo dalla croce!». Così anche i capi dei
sacerdoti, con gli scribi, fra loro si facevano beffe di lui e dicevano:
«Ha salvato altri e non può salvare se stesso! Il Cristo, il re d'Israele,
scenda ora dalla croce, perché vediamo e crediamo!». E anche quelli
che erano stati crocifissi con lui lo insultavano.

Brano biblico

dal Vangelo

secondo

Marco

Mc 15,22-32

Immagine1.png
Primo piano della tastiera

ZAINO
con il necessario per l'attività

LE PAROLE
Ti consigliamo questo progetto che si trova in rete. All’interno del sito troverai un sacco di proposte per lavorare sull’uso etico dei social (e della vita in generale!)

Blogger ' s Desk

TABLET

con i contenuti multimediali

TACCUINO
poetico e letterario

A TUTTI LA PAROLA

 

Nel giugno 2011, durante la cerimonia di conferimento della laurea honoris causa in Comunicazione e Cultura dei media all’università di Torino, Umberto Eco dice ai giornalisti la seguente frase:

“I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la
collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo
stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli
imbecilli.”


Sei d’accordo?
Credi che abbia esagerato?
La libertà di espressione è per tutti?
Domande di provocazione…

 

PENTAGRAMMA
con musica e parole

ARE YOU LOST IN THE WORLD LIKE ME? Moby

 

Look hard the city is gone
Black days and a dying sun
Dream a dream of dark lit air
Just for a minute you'll find me
there
So look harder and you'll find
Forty ways it leaves us blind
I need a better place to burn beside
the lines
Come on and let me try
Are you lost in the world like me?
And the systems have failed are you
free?
All the things are lost can you see?
Are you lost in the world like me?
Like me

 

So (???) in the city it's dawn
Dropping knives and a dying sun
Salted love in the dark lit air
Just for a minute I'll find you there
So look harder and you'll find
The forty ways it leaves us blind
I need a better way to burn beside
the lines
Come on and let me try
Are you lost in the world like me?
And the systems have failed are you
free?
All the things are lost can you see?
Are you lost in the world like me?
Like me.

Campioni di vernice

TAVOLOZZA
per forme e colori

ROAD TRIP
per programmare gli incontri

Ti suggeriamo di prepararti ad affrontare questo tema delicato con la #lavagna. Chiedi ai tuoi ragazzi di guardare il film #tablet a casa, per poter iniziare l’attività da questo.


Primo incontro di 40’: Rivedi con i ragazzi alcune scene del film #tablet o guardate insieme il cortometraggio #tablet. Prosegui proponendo un dibattito libero sul tema dei #social, partendo dalle
domande di provocazione collegate al film e al video.

 

Secondo incontro di 40’: Inizia ascoltando la canzone #pentagramma. Riprendi il tema utilizzando la #tavolozza e prosegui con il #taccuino. Concludi con il momento di preghiera e il geto proposti in #bussola.


Terzo incontro di 40’: Utilizza lo #zaino per concludere la serie di incontri dedicati al tema #social. Delle attività che troverai nel progetto proposto, scegli quella che ritieni maggiormente adatta al tuo gruppo,
basandosi sulle caratteristiche che conosci dei tuoi ragazzi e su quanto emerso negli incontri precedenti.